Inserire la foto nel Curriculum Vitae: pro e contro

Pubblicato da Alessandro Cench il

Premetto che la questione “inserire o meno la foto nel curriculum” è molto dibattuta: non esiste una regola precisa e accettata da tutti.

Detto questo, il mio consiglio è quello di evitare di inserirla salvo specifici casi.

Non ho mai sentito parlare di selezionatori che non abbiano preso in considerazione per un colloquio dei candidati perché mancava la loro foto nel curriculum (a meno che non vi fosse un’esplicita richiesta in questo senso).

Viceversa, ho scartato personalmente diversi curriculum perché avevano delle foto impresentabili (ovviamente non per canoni estetici).

In questo articolo provo a spiegare perché sono convinto dell’inutilità della foto sul CV e quali sono, invece, le eccezioni. Se però avete deciso di inserire comunque la vostra immagine, vi invito a leggere questo articolo, in cui fornisco qualche consiglio utile sulla foto da utilizzare ed esamino gli errori più comuni.

Perché è meglio non mettere la foto?

Nel momento in cui decidete di inviare il vostro CV corredato da foto, dovete pensare che chi lo riceve si farà un’idea non solo sulle informazioni in esso contenute, ma anche sulla vostra immagine.

Questo processo è inevitabile e può portare a tre diverse valutazioni:

  1. positiva
  2. indifferente
  3. negativa

1. Valutazione positiva

In caso di valutazione positiva, buon per voi! Ma la riflessione che vi invito a fare è la seguente: pensate che la foto sia stata decisiva nel farvi ottenere un colloquio? Se la risposta è sì, siete sicuri di voler proprio sostenere un’intervista con chi ha deciso che il criterio di selezione determinante dipendesse dal vostro aspetto esteriore e non dalle vostre competenze? Se la risposta è no, allora forse è meglio evitare di inserire la foto nel vostro curriculum.

2. Valutazione indifferente

Qualora la vostra foto suscitasse indifferenza, poco male: potrà non essere piacevole pensarlo, ma almeno avrete la certezza di essere stati chiamati sulla base delle esperienze che avete dichiarato. Allora, tanto valeva non metterla.

3. Valutazione negativa

L’esito negativo è quello ovviamente più infausto: se la vostra foto arriva a pregiudicare la possibilità di ottenere un colloquio, non ha veramente senso inserirla nel vostro curriculum.

I casi ovviamente possono essere molteplici: dalle foto impresentabili, all’inesistente professionalità del selezionatore che adotta la bellezza come criterio di valutazione, passando per le varie sfumature che intercorrono tra questi due estremi.

In conclusione, quando va inserita la foto sul curriculum?

La risposta è molto semplice: in tutti i casi in cui venga esplicitamente richiesto oppure previsto dalla procedura di selezione per la posizione alla quale vi state candidando.

Altrimenti, il mio consiglio è quello di dimenticarvi della foto e di lasciare la parola al vostro curriculum!


Alessandro Cench

36 anni, da sempre appassionato del mondo delle risorse umane. Dopo la laurea specialistica in sociologia e ricerca sociale presso l'Università degli studi di Trento e un'esperienza come ricercatore, ho conseguito un Executive Master in Human Resources Management. Dal 2012 lavoro per una multinazionale altoatesina leader nei servizi di pulizia e di ristorazione collettiva, attiva in Italia, Austria, Germania e Romania, dove oggi ricopro il ruolo di responsabile selezione, organizzazione e progetti HR.

2 commenti

Mariella · 7 Gennaio 2019 alle 9:05 pm

Ottimi suggerimenti.
Sono sempre molto indecisa quando si tratta della foto da allegare al curriculum.
Sapere che non includerla non è da ritenere sbagliato, mi ha dato una certa serenità. Penso che alla fine la inserirò comunque, ma non mancherò di seguire le tue indicazioni. Grazie mille!

    Alessandro Cench · 13 Gennaio 2019 alle 8:56 pm

    Ciao Mariella, grazie mille a te per il riscontro, sono contento che tu abbia trovato utili i miei suggerimenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *